Le Energie rinnovabili

Le fonti rinnovabili sono quelle forme di energia che sono inesauribili, gratuite, sostenibili, pulite.

La più conosciuta è la tecnologia fotovoltaica che capta energia pulita dal sole per produrre energia elettrica. Ve ne sono anche altre, come l'energia eolica, idroelettrica, biomasse, geotermica, etc.

Voglio approfondire una tecnologia che è in grado di sfruttare diverse fonti rinnovabili in funzione dell'intervento che dobbiamo affrontare.





 

 

La pompa di calore (pdc), cos'è?


E' una macchina che è in grado di trasferire energia termica gratuita da una sorgente a temperatura più bassa (ad esempio l'aria esterna, il terreno, l'acqua di falda) ad una sorgente a temperatura più alta (sorgente calda), il processo avviene per mezzo di un circuito frigorifero ad alta efficienza utilizzando una piccola quota di energia elettrica.



Tipologie



La pompa di calore può produrre il riscaldamento invernale, il raffrescamento estivo, l'acqua calda sanitaria tutto l'anno. Sottraggono energia gratuita dall'aria esterna (o dal terreno) per cederla alla macchina, che tramite dei processi, la immette calda all'interno dell'abitazione.

Perchè avere più apparecchi quanto con una macchina posso fare tutto?



Pompa di calore aria - aria



Questa tipologia può riscaldare e raffrescare gli ambienti, in quanto il fluido termovettore è l'aria.

​

Pompa di calore aria - acqua



Le pdc aria-acqua sono più complete, in questo caso il fluido termovettore è l'acqua, di conseguenza oltre a riscaldare e raffrescare, riescono a produrre anche l'acqua calda sanitaria per tutto l'anno. Le moderne pompe di calore riescono a "prendere" calore all'aria esterna anche con temperature di -25 °C.

 



Pompa di calore geotermica



Sottraggono energia dal terreno o dall'acqua (falde acquifere), il fluido termovettore è l'acqua, questo è possibile perchè nel terreno a certe profondità (da circa 20 m) le oscillazioni della temperatura sono minime di conseguenza la temperatura del terreno rimane stabile tutto l'anno. Le pompe geotermiche hanno dei coefficienti di prestazioni molto elevati, migliori rispetto a quelle aria-acqua e aria-aria.



Perchè conviene; i vantaggi



La pdc per rendere disponibile una certa quantità di energia al nostro impianto ha bisogno di molta meno energia primaria ad esempio rispetto ad una caldaia a condensazione alimentata a metano. 



- Risparmio economico di gestione notevole (dal - 40% al -70%)



- tempi di ritorno dell'investimento brevi (media di 4-5 anni)



- Riduzione delle emissioni di Co2



- Unica macchina per riscaldare, raffreddare e produrre acqua calda 



Mediamente le attuali pompe di calore hanno un Coefficiente di Prestazione (COP) del 400%. Il COP di una caldaia a condensazione  mediamente si avvicina al 95%.



Cosa significa?



Che per ogni Kwh di energia primaria assorbita la pompa di calore  rende disponibili 4 Kwh. Quindi si hanno 3 kw di energia gratuita per ogni 4 Kwh disponibili. 

Più semplicemente significa che, con sistema aria-acqua, il 75% dell'energia me la cede gratuitamente il sole riscaldando l'aria esterna e il rimanente 25% me lo da l'energia elettrica.

Se abbiniamo un piccolo impianto fotovoltaico per produrre l'energia elettrica che assorbe la pompa di calore, per il suo funzionamento, avremmo un impianto alimentato totalmente da fonti rinnovabili, di conseguenza - Co2 nell'atmosfera e risparmi energetici ed economici elevatissimi.



 



 

 





 

 

 

 

 



 

 



 



 



 

 

 

 





 

 

 

 



 

Fotovoltaico ad inseguimento solare
Fotovoltaico ad inseguimento solare

Biomasse
Biomasse

Energia eolica
Energia eolica

Fotovoltaico ad inseguimento solare
Fotovoltaico ad inseguimento solare

1/4
ristrutturazioni, chiavi in mano, galletti marco,risparmio energetico, casa, abitazione, geotermia, architetto torino, architetto chieri, cappotto termico, cappotto esterno,architetto piemonte,