Il corretto approccio progettuale

Applicare una giusta scala di priorità alla progettazione di un edificio o di una ristrutturazione è il metodo migliore per ottenere degli ottimi risultati sia sul breve che lungo termine.



Immaginiamo degli interventi di ristrutturazione:



che senso avrebbe la sostituzione dell'impianto di riscaldamento con uno molto efficiente se poi le pareti del mio edificio in poco tempo disperdono tutta l'energia prodotta perchè non sono isolate termicamente?



oppure:



che senso avrebbe installare un impianto fotovoltaico o utilizzare un altro tipo di fonte rinnovabile per risparmiare quando le mie pareti non sono isolate e disperdono grandi quantità di energia?



Detto così sembra una ovvietà, ma nella realtà capita molte volte di osservare interventi concettualmente non corretti che danno un  senso di risparmio forse sull'immediato, ma sicuramente non sul lungo termine e tantomeno sul comfort abitativo, cioè il nostro obbiettivo primario.



Quindi è meglio seguire questo iter:



1- Isolamento dell'involucro

2- Impianti di climatizzazione efficienti

3- Utilizzo di fonti rinnovabili 



Quando possibile è sempre meglio effettuare interventi di risanamento globali rispetto a piccoli interventi parziali diluiti su più anni. Approfondiremo il discorso nella sezione di risanamento energetico

Consiglio: conviene di più investire su un ottimo pacchetto isolante dell'involucro piuttosto che investire molte risorse economiche in impianti tecnici, perchè?

Perchè l'energia è meglio "trattenerla" che produrla.

 

3  FONTI RINNOVABILI





2  CLIMATIZZAZIONE EFFICIENTE





1  INVOLUCRO 

+ ISOLAMENTO DELL'INVOLUCRO

- SPESE PER IMPIANTI TECNICI

© Copyright 2013-2018 M|G architetti - All rights reserved

M|G architetti - Via Vittorio Veneto n.13, 10026, Santena (Torino), P.IVA:10217300010